Abiti neri sul tappeto rosso

golden-globes-2018La cerimonia di premiazione del Golden Globe è di solito una passerella lussuosa tanto scintillante che non bastano i termini anglofoni più abusati per definirla: la fiera del glamour più esasperato con lustrini e pailletes,  colori accesi e mise provocanti.

Quest’anno è stato diverso. Il colore dominante è stato il nero, non in segnodi lutto ma come segno di potere. Una sfilata di donne in nero, donne forti, energiche, in lotta contro le molestie e un modo di pensare tanto logoro e abusato che puzza di marcio pur avendo radici profonde e difficili da sradicare.

E’ il modo di pensare di chi considera le donne oggetti da usare e abusare, bamboline che devono dire si anche quando vogliono dire no, automi senz’anima da sfruttare, ossa e carne da spolpare.

Le dive di Hollywood, nell’immaginario collettivo, sembravano incarnare al meglio lo stereotipo della donnetta sciocchina, senza idee ed opinioni ed invece è proprio dalle attrici vittime di abusi da parte dell’ormai universalmente conclamato orco Weissenstein che è partita l’onda gigantesca che sta travolgendo altri orchi e che, soprattutto, sta sventrando l’alcova globale in cui gli uomini da sempre cercano di imprigionare le donne, con ricatti, minacce, oltraggi.

La serata della 75 edizione del Golden Globe del 7 gennaio 2018 si è svolta all’insegna della sobrietà e della protesta con il nero protagonista indiscusso: nero come l’orrore di chi usa il proprio potere per ottenere favori, nero come il disagio di chi subisce, nero come la vergogna che le vittime si portano dentro, nero come la rabbia di chi trova la forza per denunciare, nero come il buio pesto del maschilismo che cerca di tenere le donne in gabbia. Le sbarre stanno per esplodere e stranamente hanno cominciato a cedere in un mondo luccicante che sembrava lontanissimo dalla realtà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Femminilità, Socialità e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...