Pepe, il presidente povero

pepe-mujica

José Pepe Mujica è, forse, il premier più singolare al mondo.  Ha 77 anni,  ex-guerrigliero e fondatore del Movimento di Liberazione Nazionale Tupamaros , detenuto per tredici anni, non avrebbe mai pensato di diventare primo ministro dell’Uruguay (ha prestato giuramento il 1 ° marzo 2010): infatti, subito prima delle elezioni ad un giornalista aveva dichiarato “Che io diventi presidente è difficile quanto sentire un maiale fischiare”

La particolarità di Pepe Mujica non è tanto lo stipendio che percepisce in quanto capo di Stato – stipendio che si aggira sui 10mila euro al mese – quanto l’abitudine  incomprensibile per tanti colleghi del resto del mondo di destinare il 90% del suo stipendio a progetti di aiuto per i poveri. Pepe tiene per se 1000 euro e si accontenta di vivere in una “villa” che i media locali definiscono bonariamente sgangherata.

E non è tutto! Pepe ha destinato il palazzo presidenziale a rifugio per i senza tetto in vista dell’inverno; ha donato 125 mila euro ad un programma di costruzione di alloggi per i poveri chiedendo che le maestranze impiegate nel progetto fossero detenuti; ancora prima di andare in pensione , ha devoluto in via preventiva il suo “vitalizio” ad un fondo che finanzia progetti sociali.

Secondo Pepe Mujica: “Il potere non cambia le persone ma rivela solo ciò che sono veramente”… come dargli torto…

Vi starete chiedendo, come se la passano gli Uruguayani con un presidente così ..

L’Uruguay è la più piccola nazione del Sud America  dopo il Suriname. Tuttavia, è uno dei paesi più sviluppati del continente, con un PIL pro capite di 15.656 $: la metà degli Stati Uniti, ma tre volte tanto l’Honduras. Inoltre, sotto la guida di Mujica, l’Uruguay  ha abbattuto i livelli di corruzione diventando il secondo Paese sudamericano meno corrotto.

“Dicono che sono il presidente poveri, no io non sono il Presidente poveri. I poveri sono quelli che vogliono sempre di più e di più, quelli che non hanno mai abbastanza di nulla … Ho scelto questo stile di vita austero. Ho scelto di non avere troppe cose in modo da avere il tempo di vivere come voglio vivere”.

Chiediamo asilo politico all’Uruguay?

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politicamente parlando e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pepe, il presidente povero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...