KAUR CHE VESTIVA ALL’OCCIDENTALE

Kaur Balwinde, la splendida ragazza di 27 anni della foto, è morta. Strangolata dal marito perché vestiva all’occidentale e buttata nel Po. Kaur era madre di un bimbo di 5 anni ed era incinta di tre mesi e ora non c’è più non vittima dell’ignoranza, come si suol dire in questi casi, ma della malvagità e della prevaricazione maschile.

“Nessuno può immaginare quel che dico quando me ne sto in silenzio chi vedo quando chiudo gli occhi,come vengo sospinta quando vengo sospinta cosa cerco quando lascio libere le mie mani. Nessuno sa…che la mia debolezza è una maschera e la mia forza è una maschera,e quel che seguirà è una tempesta.”: sono versi di Joumana Haddad, alcuni dei più bei versi mai scritti per descrivere, con una efficacia dirompente e lacerante, la forza e la fragilità delle donne.
Forza e fragilità, due termini contrapposti , quasi incompatibili, ma che nell’essere donna trovano la loro quadratura perfetta, il loro ricomporsi a natura unica, ad aspetti diversi di un tutto sfaccettato e variegato. Ed è a questa forza che devi fare appello Eva per difenderti e denunciare. Perché tu non hai colpe! Non te lo sei meritato! Ed è a questa forza che dobbiamo appellarci noi tutte per gridare con Eva e per Eva: adesso basta! Nessuno – ma proprio nessuno – tocchi Eva!
NESSUNO TOCCHI EVA

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Femminilità e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...